Nonostante l’inopportuna e strumentale Ordinanza del Presidente della Regione